Si sente spesso parlare di uso di alcuni strumenti web che permettano la validazione dei codici HTML o XHTML delle proprie pagine web. Sempre più spesso si consiglia di usare un CSS per la gestione degli stili. Ormai ovunque si parla di web che deve avere certe regole legate a standard che ne permettano una buona visione in tutto il mondo, su ogni pc, ad ogni risoluzione video, su ogni sistema operativo….

Senza voler dimenticare che un web validato in tal senso è prima di tutto un ottimo prodotto, che fa del webmaster un bravo programmatore di applicazioni web : - ) .
Ma non c’è solo il motivo tecnico alla base del discorso, ce n’è un altro che spesso sfugge, ma io ritengo molto importate: l’accessibilità dei siti web.

E con questo intendo la possibilità che tutti, anche chi ha problemi visivi piuttosto gravi, siano in grado di leggere le pagine del sito, senza dover fare i salti mortali, o dover combattere contro visualizzazioni che farebbero impazzire chiunque…

Si parla sempre di internet come di una realtà aperta a tutti, ma non sempre è vero purtroppo. Spesso gente che potrebbe trovare in questo un appoggio, un aiuto fondamentale, si ritrova di fronte l’ennesima barriera…
Eh sì, perchè anche le barriere telematiche sono una realtà del nostro tempo, e chi come me (e come molti di voi) su internet praticamente ci vive, non può sopportare certe cose.

Per fare il tutto basta creare pagine web in base a quelli che sono i principi e le indicazioni date da w3c. Soprattutto con riferimento ai dettami della WAI. La documentazione è in gran parte in inglese, ma ci sono anche le linee guida base in italiano.

So che anche il mio blog ha molti difetti in merito. Sto però lavorando per cercare di migliorarlo, ed ogni vostro appunto sarà più che gradito.
Spero solo che altri mi seguano nella cosa, soprattutto segnalando quelli che sono i siti non accessibili al momento. Affinchè i rispettivi webmaster possano porre rimedio ; - ) .

Non so quanti di voi sanno che i siti web di pubblica utilità dovrebbero essere accessibili per legge. Beh, navigo spesso in questi siti, ed è difficile per me trovare quello che cerco, figuratevi per un diversamente abile cosa significa…..

6 thoughts on “Web Accessibili

  1. Se da una parte hai ragione dall’altra parlando da webmaster ti assicuro che non è così semplice conciliare buon design accessibilità compatibilità tra le diverse piattaforme ( e all’interno di quelle dei vari browser) …insomma si fa quel che si può sicuramente i siti pubblici e quelli di utilità dovrebbero essere sviluppati per poter essere accessibili a chiunque quantomeno per dare il buon esempio : - )

  2. Si Barbara hai perfettamente ragione, ma non dico di essere perfetti. Dico semplicemente di usare cerchi accorgimenti tipo non mettere immagini di sfondo gigantesche e contrastanti. Scrivere nero su bianco, o cmq in modo che il testo sia ben leggibile. Organizzare un menu di navigazione coerente, evitare di usare font che poi nessuno riesce a visualizzare….
    Già questo sarebbe tanto. Poi pian pianino i dettami W3C possono applicarsi, nei limiti delle esigenze di ogni web : - )

  3. D’accordissimo… si fa quel che si può noi che non siamo siti “indispensabili” ( che al limite torna a nostro svantaggio se non siamo accessibili ) mentre giusto pretendere da chi ha i mezzi e il dovere di offrire a tutti determinati servizi

  4. Ottima osservazione. Questa cosa credo ci accomuni un pò tutti. In fondo, le indicazioni dettate dal W3C sono le classiche caratteristiche che ognuno dovrebbe rispettare. Creare un sito (o blog) con colori strani (che appesantiscono la vista) o con menù annidati in modo “sconclusionato” non giova di sicuro nè al visitatore nè al proprietario/progettista del sito. In tutti i casi non ci vuole tanto a mettersi per un attimo nei panni del visitatore e guardarlo con l’occhio di chi entra nel sito per la prima volta.

    P.S.: la cosa che odio di + sono quelle liste infinite (ben incolonnate) di antipixel presenti su alcuni blog

  5. L’accessibilita’…. Diceva il nostro prof ” se volete farvi conoscere sul web, pensate semplice, non esagerate con i colori….. e mettetevi nei panni di chi ha un 56k… non sara’ certo a scaricarvi 1 mega di una pagina tutta in disordine…”

  6. visto ora davidonzo tnx a nome di tt gli utenti e cmq vedo che qui già ne parlate in modo già + serio, speriamo che molti WM facciano come molti che seguono non solo le linee guida di w3c.org @italia ma come dicono EWanPayne e Gianni Amato si mettono nei panni di tutti i tipi di navigatori diciamo.A volte davvero anche se ci vedessi bene scapperei S - (
    @davidonzo non mi accorgo dei feed e quindi dei post che mi interessano sorry ma il programma beta mi sa che… gh : - D

Comments are closed.